Ho paura, papÓ!

(Testo: V. Sessa Vitali; musica: Aprile)

 

 

C┤era la storia di un bandito

Ieri sera alla tiv¨

Quello che ho visto mi ha colpito

E cosý non dormo pi¨

Nel mio letto sono alerta

Sotto sotto la coperta:

Quel fruscio che sarÓ?

Ora chiamo il mio papÓ:

 

Ho paura, papÓ!

Ho sentito un rumore!

Vieni subito qua!

Come batte il mio cuore!

Ho paura, papÓ

Era un passo felpato

O magari, chissÓ

Me le sono sognato...

 

E papÓ che sta dormendo

Corre subito, dicendo:

Non c┤Ŕ niente, bimbo mio

E poi ti proteggo io

Anzi, per un po┤

Qui con te mi fermer˛

 

Ora nel buio della stanza

Resta immobile il mio papÓ

Poi, quando Ŕ stato lý abbastanza

Crede che io dorma giÓ

Segue il muro con la mano

Chiude l┤uscio piano piano

Zitto zitto se ne va

Ma io chiamo un┤altra volta il mio papÓ:

 

Ho paura, papÓ!

Ho sentito un rumore!

Vieni subito qua!

Come batte il mio cuore!

Ho paura, papÓ

Era un passo leggero

E qualcuno di lÓ

Si Ŕ nascosto davvero

 

E papÓ che, poveretto

Stava per tornare a letto

Grida forte: Ero io!

Hai sentito il passo mio

Era poco fa proprio il passo di papÓ

 

Ho paura, papÓ

Era un passo leggero

E qualcuno di lÓ

Si Ŕ nascosto davvero

 

E papÓ, in conclusione

Dice senza esitazione:

D┤ora in poi, te lo prometto

Tu, alle nove, fili a letto

Certe storie alla tiv¨

Non le devi vedere pi¨!

 

Ho paura, papÓ!

 

 

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

 

 

Altri testi zecchinesi

Other lyrics from Zecchino

Andere liedteksten van Zecchino

 

 

Zecchino d┤Oro

 

Antoniano index

 

 

home